Cambiamenti climatici e sequestro di carbonio

Sistemi colturali e modellistica agroambientale

Sequestro di carbonio nel suolo - RAAM

Coordinatore: CRA-RPS. http://rps.entecra.it

Finanziatore: MiPAAF. http://www.politicheagricole.it

Date: 23/12/2010

Il progetto RAAM 2011 nasce dall’esigenza specifica degli uffici COSVIR III del MiPAAF di lavorare ad approfondimenti di tipo tecnico scientifico su argomenti non pienamente contemplati dalla Rete Rurale Nazionale (RRN) relativamente al monitoraggio ed alla valutazione dell’effetto delle azioni a tutela dell’ambiente demandate dalla PAC alla politica agricola nazionale, ed implementate dai Piani di Sviluppo Rurale Regionali (PSR). In particolare il WP4 si riferisce alla definizione di coefficienti per la valutazione del sequestro di carbonio utili a chiarire il contributo delle diverse pratiche agricole all’accumulo di carbonio nel suolo.

Inquadramento o premesse

Il contenuto di carbonio organico del suolo Corg è un indicatore di stato della qualità del suolo, in quanto correlato con molti aspetti della produttività e sostenibilità degli ecosistemi agricoli e della conservazione del suolo e degli altri comparti ambientali (acqua ed aria). Il livello di Corg dipende dai principali fattori di formazione del suolo, che sono nell’ordine di importanza: clima (regime idrico e termico), vegetazione (uso del suolo e pratiche agronomiche), topografia e materiale d’origine, età. Relazionando in modo opportuno i 5 fattori sopra elencati è quindi possibile valutare a livello territoriale gli effetti derivanti dalla loro combinazione e ricavare gli stock di Corg immagazzinati nel suolo, espressi in t/ha di superficie a partire dal dato elementare di Corg in % ed i corrispondenti quantitativi in equivalenti di CO2 immagazzinata nel suolo e, quindi, sottratta dall’atmosfera in una particolare combinazione rispetto ad un’altra. Il declino del contenuto di SO nei suoli del bacino del Mediterraneo desta molta preoccupazione, oltre che per la perdita di fertilità dei suoli agrari, anche per i rischi correlati di aumento dei fenomeni erosivi e di desertificazione. Tuttavia, esistono effettive misure ed agrotecniche per invertire questa tendenza. Studiare il rapporto tra uso del suolo (avvicendamenti colturali) e contenuto attuale e potenziale di C riveste una grande importanza nella individuazione delle migliori pratiche agronomiche e di gestione per favorire il sequestro del C nel suolo.

Obiettivi

Simulare gli effetti delle variazioni d’uso del suolo sul contenuto di C org utilizzando il modello RothC versione 26.3, uno dei più utilizzati nel mondo per il turnover della sostanza organica del suolo. Il modello sarà portato all’equilibrio con gli usi del suolo individuati, per valutare gli input di residui colturali necessari per mantenere il contenuto Corg misurato nei punti di rilevamento. Successivamente si effettuerà una simulazione dinamica della durata di 10 anni per tenere conto della variazione d’uso del suolo: ad esempio da cereale autunno-vernino a prato o prato pascolo e viceversa, da prato a frutteto e viceversa, ecc.

Piano delle attività

  1. Individuazione dei siti monitoraggio, sulla base dei rilevamenti puntuali georeferenziati eseguiti nell’ambito del Progetto AGRIT del MIPAAF, in collaborazione con il SIN, in base alle seguenti tipologie principali: seminativi, foraggere, colture legnose agrarie.
  2. Preparazione dei campioni e determinazioni analitiche.
  3. Realizzazione dei data-set per l’uso dei modelli.
  4. Applicazione di modelli di simulazione della dinamica del carbonio in base al fattore uso e variazioni d’uso del suolo.

Risultati

  1. Determinazione dello stock di carbonio attuale.
  2. Valutazione dell’effetto dell’uso del suolo e delle sue variazioni.
  3. Simulazione delle scelte di gestione del suolo sul C organico.

Pubblicazioni chiave

Farina R., Seddaiu G., Orsini R., Steglich E., Roggero P.P., Francaviglia R. 2011. Soil carbon dynamics and crop productivity as influenced by climate change in a rainfed cereal system under contrasting tillage using EPIC. Soil and Tillage Research 112 (1): 236-248.

Francaviglia R., Coleman K., Whitmore A.P., Doro L., Urracci G., Rubino M., Ledda L. 2011. Changes in soil organic carbon and climate change. Application of the RothC model to agro-silvo-pastoral Mediterranean land use systems. 6th International Congress of ESSC, Thessaloniki, 9-14 May 2011, Book of abstracts available at http://eusoils.jrc.ec.europa.eu/ESDB_Archive/eusoils_docs/Conf/6thESSC.pdf

Francaviglia R., Farina R., Seddaiu G. 2010. Dinamica del carbonio organico e rese colturali in differenti scenari di cambiamento climatico. Italian Journal of Agrometeorology, 11-12.

Francaviglia, R.; Koleman, K.; Doro, L.; Urracci, G.; Rubino, M.; Ledda, L. 2011. Turnover del carbonio organico e cambiamenti climatici. Applicazione del modello RothC in sistemi agro-silvo-pastorali Mediterranei. Atti del Workshop La percezione del suolo (Ed. C. Dazzi), 169-173.

Link

http://www.rothamsted.bbsrc.ac.uk/aen/carbon/rothc.htm