Strutture speciali, risorse ed eccellenze

Azienda sperimentale di Tor Mancina (Monterotondo)

Responsabile Dott. Ulderico Neri

Il CRA - RPS gestisce fondi rustici in località San Leonardo nel comprensorio di Tor Mancina del Comune di Monterotondo (RM), in Via della Neve km 1,000. Tali fondi sono annessi al complesso sperimentale precedentemente descritto ed utilizzati per le attività di ricerca e sperimentazione del Centro per circa 56 ha.

Area azienda Tor Mancina RPS

La consistenza catastale dei seminativi è pari a 55,94 ettari; tuttavia la superficie effettivamente coltivata estensivamente risulta attualmente ridotta a 44,90 ettari per la presenza di campi sperimentali, incolti e tare improduttive quali scarpate, fossi e strade, di un piccolo bacino idrico di circa 0.5 ettari, di aree da bonificare e recuperare per la messa a coltura (ad es. un ex pioppeto di 2.55 ettari).
Le superfici coltivate sono dislocate per circa il 24 % in pianura, su suoli di media fertilità e sufficiente profondità dello strato arabile, in due appezzamenti separati da un canale che confluisce ad un laghetto artificiale di raccolta delle acque.
La rimanente superficie coltivabile è situata su collina di lieve pendenza, i cui suoli presentano una fertilità medio-bassa per l’esistenza di un orizzonte vulcanico coerente e superficiale (30 –50 cm di profondità) caratterizzato da leucite ad elevato grado di analcimizzazione, che oltre a ridurre notevolmente lo strato arabile e a impedire un rapido smaltimento delle acque meteoriche in eccesso, apporta discrete quantità di sodio la cui azione negativa sullo stato strutturale del terreno è nota.
L’ordinamento colturale dei seminativi è stato scelto sulla base delle potenzialità produttive del suolo, delle capacità di recepimento dei prodotti agricoli sul mercato locale, nonché sulle possibilità di accedere agli aiuti previsti dai Regolamenti comunitari per la messa a coltura di alcuni seminativi (cereali, semi oleosi, piante proteiche). Pertanto si è optato per un indirizzo produttivo di tipo cerealicolo e foraggiero, impostando una rotazione che preveda l’alternanza di colture miglioratrici a quelle depauperanti con l’inserimento di oleaginose e/o proteiche, tipo girasole o favino.

Sito di Interesse Comunitario

All’interno dei fondi rustici di pertinenza dell’RPS insiste un Sito di Interesse Comunitario (SIC IT 6030015).
Si tratta di uno dei 183 siti individuati nel Lazio in attuazione della Direttiva 92/43/CEE "Habitat" finalizzata alla tutela degli habitat e delle specie animali e vegetali minacciate nel territorio dell'Unione Europea. Questa direttiva si propone quindi lo scopo di tutelare, in ambito comunitario, ambienti di particolare pregio naturalistico, che andranno a formare la rete di aree protette denominata "Natura 2000". Il SIC "Macchia di Sant'Angelo Romano" copre quasi 800 ha e comprende l'intera collina di Poggio Cesi, il bosco di Colle Giochetto (macchia di Castelchiodato), il Bosco Nardi (Grotte Cerqueta), l'intero bosco dell'Arovello e tutte le aree tra essi comprese. Circa la metà del territorio della Riserva è coltivata, per lo più a olivi e foraggiere. La formazione forestale più estesa è il bosco ceduo di cerro (Quercus cerris) con un fitto strato inferiore di carpino orientale (Carpinus orientalis). Lo strato erbaceo è largamente invaso dal pungitopo (Ruscus aculeatus), mentre i protagonisti delle fioriture primaverili sono gli anemoni (Anemone apennina) e i ciclamini (Cyclamen repandum).
La riserva rappresenta ancora l'habitat ideale per molti animali. Tra cui sono presenti il tasso, l'istrice, la martora, l'allocco, l'assiolo, il barbagianni, la poiana, il gheppio, il lodolaio.

Eccellenze

Il Centro è dotato di strumentazione di eccellenza quale ad esempio: un microscopio elettronico a scansione (SEM), sistemi di spettroscopia a risonanza magnetica nucleare (NMR) e per immagini (MRI), un laboratorio di biologia molecolare e di ecofisiologia microbica, un analizzatore termico differenziale DTA/TG, DSC/TG accoppiato a spettrometro di massa. Unico in Europa l’impianto lisimetrico per studi sulla dinamica dell’acqua nel sistema suolo-pianta ed il movimento di elementi nutritivi e sostanza indesiderate.

Visione aerea dei lisimetri - Tor Mancina
Visione aerea dei lisimetri - Complesso sperimentale di Tor Mancina

Bunker sotterraneo dell’impianto lisimetrico - Tor Mancina
Complesso sperimentale di Tor Mancina Bunker sotterraneo dell’impianto lisimetrico