Banche Dati e Bio-Collezioni Nazionali

Una corretta analisi delle emergenze ambientali necessita di strumenti e conoscenze all’avanguardia, sia per il loro contenuto tecnologico, sia per la loro valenza multidisciplinare. La valutazione dei rischi ecologici e, più in generale, del concetto di qualità e vulnerabilità ambientale mutua, sempre più spesso, concetti tipici da discipline con forte connotazione territoriale, quali la geografia, la statistica, le scienze agrarie, la geologia, la meteorologia, solo per citarne alcune. Le scienze ambientali si avvalgono, inoltre, di strumenti moderni, in grado di integrare informazioni spaziali all’interno di Database Relazionali e GIS provenienti da contesti differenti, al fine di cogliere la trasversalità dei fenomeni naturali ed antropici.

Gli strumenti a supporto di questa filosofia interpretativa, quali le grandi banche dati relazionali, la cartografia informatizzata e, più in generale, i sistemi informativi geografici, sono in grado di cogliere la trasversalità dei concetti affrontati e favoriscono l’integrazione di fonti dati di origine diversa. Grande importanza assumono, inoltre, in quest’ottica, le collezioni biologiche di grandi dimensioni che testimoniano, nel tempo, il patrimonio di biodiversità rappresentato dal territorio nel passato e nel presente, per garantirne una efficace conservazione nel futuro.

Il Centro per le Relazioni Pianta Suolo vanta una tradizione di ricerca e di innovazione nel settore delle banche dati e delle collezioni biologiche con particolare riferimento ai settori agricoli e ambientali. Nel tempo, le competenze di ricerca del centro si sono focalizzate su quattro tematiche: a) suolo, b) clima, c) biodiversità microbica, d) collezioni biologiche.

  • a) IL Centro CRA-RPS mantiene già dal 2009, nell’ambito del progetto CRA Collezioni e a/or finanziato dal MIPAAF, la bANca dati Fisico-Idrologica, di fertilità e diversità BIOlogica dei suoli italiani ANFIBIO Aggiornamento della banca dati dei suoli d’Italia con dati tematici di tipo fisico-idrologico, di fertilità, biologici, microbiologici e di biodiversità, utili alla applicazione di valutazioni specifiche su scala nazionale. La banca dati già contiene le tipologie pedologiche significative a livello nazionale, relazionate alla geografia dei pedopaesaggi. I nuovi dati inseriti di tipo tematico, nei settori idrologici, di fertilità nutrizionale e biologica (Indicatori di vario livello) sviluppati dal CRA-RPS nei progetti passati ammontano a diverse migliaia (circa 3000) relativi a campionamenti e determinazioni analitiche effettuate sui suoli di tutto il territorio nazionale. Tali dati consentono di ottenere degli archivi specifici su dati fisico-idrologici e di fertilità/biodiversità del suolo estensivi e relazionati ad una informazione pedologica di base consolidata (tipologica) e geograficamente determinata (pedopaesaggi). Inoltre tramite pedofunzioni validate sui dati misurati raccolti è possibile ottenere una definizione dei caratteri fisico-idrologici dei suoli italiani su base geografica di supporto per lo sviluppo di progetti di ricerca principalmente nelle aree aree “Suolo e risorse idriche”, “Relazioni agricoltura e ambiente” e “Cambiamenti climatici e sequestro del carbonio”.
  • b) CRA-RPS gestisce tramite il Laboratorio Informatico, Statistico e Geografico una banca dati Agro-Meteo-Climatica alimentata dalle reti di monitoraggio installate nell’ambito del programma Conecofor in più di 30 siti sperimentali di interesse forestale con copertura omogenea sul territorio nazionale. Il centro gestisce inoltre la rete di monitoraggio meteo-climatico della Tenuta Presidenziale di Castelporziano, attualmente formata da 4 stazioni di misura. Si prevede in futuro un ampliamento delle reti di monitoraggio sia in termini di densità di stazioni sia di grandezze misurate.
  • c) Il CRA-RPS è impegnato negli ultimi anni a raccogliere, identificare, conservare inoculi grezzi di funghi micorrizzici arbuscolari. La tutela e la valorizzazione della biodiversità microbica del suolo rende necessaria l’implementazione della suddetta collezione comprendendo specie fungine ecto ed endomicorriziche.
  • d) Con il progetto BIOEMI è stato creato presso il CRA-RPS un database di ceppi di funghi micorrizici di interesse agronomico ed ambientale basato su criteri di catalogazione standard e di facile consultazione che, oltre a raccogliere materiale microbiologico da moltiplicare e conservare, vada ad integrare i dati delle attività del Centro di Ricerca con quelli forniti da tutte le altre istituzioni di ricerca che operano nel settore della biodiversità microbica del suolo.

Progetti di ricerca

Settore: Database tematici nazionali su suoli e uso del suolo

Settore: Database Agroclimatici

Settore: Collezioni Biologiche

  • Collezione dei microorganismi del suolo - ASER E A/OR

    Responsabile: Benedetti Anna - anna.benedetti@entecra.it - 06 7005413 - 233
  • Tutela della biodiversità dei microrganismi del suolo: collesione e valorizzazione di germoplasma di funghi micorrizzici - BIOEMI (COLLEZIONI E A/OR)

    Responsabile: Rea Elvira - elvira.rea@entecra.it - 06 7002636/228